Letteratura

traduci

[Letteratura] Carne Tremula: passione nella Spagna di Almodovar

Fabio Dalmasso - 14.11.2006

In Carne Tremula Pedro Almodovar ,ispirandosi al romanzo Carne viva di Ruth Rendell, racconta la storia di Victor e della sua Spagna: nato nel 1970 su un autobus, mentre Francisco Franco emanava leggi liberticide e decretava lo stato d'emergenza, il protagonista, un bravo Liberto Rabal, ci accompagna dalla Spagna franchista fino alla Madrid del 1996 dove, come dice lo stesso Victor, "per fortuna è da tanto tempo che in Spagna non abbiamo paura".

Dopo il prologo della nascita, il regista compie un balzo di venti anni e ci porta nella Madrid del 1990: Victor va a casa di Elena, una ricca drogata interpretata da Francesca Neri, che, nonostante un presunto rapporto sessuale di una settimana prima, lo accoglie in malo modo, minacciandolo con una pistola. Uno sparo casuale attira l'attenzione di una vicina di casa che telefona alla polizia: qui entrano in scena altri due protagonisti della vicenda, i due poliziotti David e Sancho. Quest'ultimo sospetta della moglie Clara, che, infatti, è l'amante del collega David; giunti a casa di Elena, David rimane colpito durante una confusa rissa tra Sancho e Victor che porterà David sulla sedie a rotelle e Victor in carcere, dal quale uscirà sei anni dopo.

Nel frattempo David ed Elena si sono sposati: lui è diventato un campione di basket per diversamente abili mentre lei è la direttrice di un centro per bambini difficili. Victor torna nella sua fatiscente casa di periferia, orfano e solo: incontra sulla sua strada Clara, la moglie di Sancho, e ne diventa l'allievo sessuale, imparando da lei le tecniche e i segreti per diventare "il più bravo scopatore del mondo". Tra una lezione e l'altra Victor decide di andare a lavorare presso il centro infantile di Elena, scatenando l'ira del marito David, ma riuscendo a conquistare la donna con la quale passerà un'ultima ma indimenticabile notte di sesso.
L'abbandono di Clara, la vendetta tramata e gestita trasversalmente David, ma che ha come fautore Sancho, segnano un finale di film molto intenso, in cui la Madrid del 1996, festante e colorata, fa da sfondo alla neo coppia Victor - Elena: l'epilogo riprende il prologo aggiornandolo e donando al futuro figlio dei due una speranza di libertà.
Carne tremula è un intreccio di legami dolorosi, quasi morbosi, in cui il sesso svolge un ruolo importante, che unisce le vite dei protagonisti e le conduce verso un finale tragico che si trasforma, poi, nella speranza di una nuova vita.
Le scene di Victor ed Elena nudi, avvinghiati, presi dall'estasi di una notte di sesso rappresentano uno dei momenti più intensi del film, contrapposto al primo rapporto di Victor libero, inesperto e ingenuo che si affida alle lezioni di Clara, la quale gli insegna la lezione più importante: "L'amore si fa in due".
Carne tremula, che tradotto significa palpitante, è un melodramma che assume le tinte del noir e della tragedia, con spruzzate di commedia e humor nero: recitato in maniera egregia, Carne tremula rimane a nove anni di distanza un film intenso che colpisce per la fisicità che lo attraversa.

Nelle foto: la locandina del film e alcune scene.

Versione stampabile / Commenta questo articolo

ROI campagne pubblicitarie